Comunicato Stampa: “Probabile la censura finanziaria della Corte dei Conti e l’impugnativa del bilancio da parte del governo Renzi. Con Crocetta e Baccei la Sicilia a grandi passi verso il default”.

Di: Sicilia Nazione - il: 02-07-2015

bozza-logo-SN_03

Palermo, 2 luglio 2015

Comunicato stampa

Palermo – “Diventa più probabile il rischio di una grave impugnativa del bilancio da parte del Governo Renzi e della censura finanziaria da parte della Corte dei Conti in sede di parifica del rendiconto generale. Crocetta e Baccei, come abbiamo già detto in solitudine a partire da febbraio, stanno portando la Sicilia al fallimento”. A lanciare l’allarme il comitato nazionale di Sicilia Nazione, composto da Gaetano Armao, Massimo Costa, Salvatore Musumeci e Rino Piscitello, secondo i quali “il bilancio è stato falsato e violentato dall’accettazione della rinuncia ai ricorsi davanti alla Corte Costituzionale e persino ai loro eventuali effetti e dalla sostanziale cancellazione di crediti nei confronti dello Stato conseguenti al riaccertamento straordinario dei residui attivi”. Una decina di miliardi circa di risorse dei siciliani sono stati regalati allo Stato – continua Sicilia Nazione – in più contro le più elementari norme di bilancio, i documenti finanziari hanno impegnato risorse in attesa di improbabili accordi con il Governo italiano, peraltro sottoposti ad indecorose beghe di partito. E’ evidente che si sta perseguendo una politica mirata a una bancarotta preferenziale perseguita in favore dello Stato, come il nostro movimento denuncia da tempo”. Per Sicilia Nazione, “I diritti dei siciliani sono stati umiliati insieme alle prerogative statutarie. Nonostante le risorse sottratte dallo Stato e tolte agli investimenti, in questi giorni potrebbero piombare sulla Sicilia provvedimenti di portata inaudita da parte della Corte dei Conti e del governo Renzi. E se questo avvenisse, tutti devono sapere che non si è trattato di sfortuna e nemmeno solo di incapacità; è stata invece una scelta deliberata di Crocetta, Baccei e dei loro alleati quella di portare la Sicilia al default con l’obiettivo di ridurla alla fame e sottrarle l’autonomia in perfetta sintonia tra il Governo nazionale e quello regionale”. Sicilia Nazione lancia un appello ai deputati regionali di tutti gli schieramenti affinché “in un ultimo sussulto di dignità chiudano, con la sfiducia a Crocetta e al suo governo, una legislatura da dimenticare e ridiano la parola agli elettori”.

Lascia un Commento